Leader nel campo dell'ottica, ipovisione, protesi oculari, contattologia e occhialeria vista e sole. Membri del Consorzio Ottico Italiano con il marchio Greenvision

CENTRO IPOVISIONE • PRESENTAZIONE

Reparto di ipovisione, vendita di ausili per ipovedenti, con analisi tecnico-visiva e riabilitazione del paziente.

L'interesse verso gli ipovedenti è da sempre stato massimo, tale da far crescere all'interno dell'azienda un centro tecnico di riabilitazione e vendita, completo di ausili ottici, posturali, software.
I pazienti, muniti di referto medico, vengono prima visitati per la valutazione delle abilità visive residue e successivamente passano alla valutazione diretta degli ausili più rispondenti alle loro richieste.
Il centro è convenzionato con il sistema sanitario nazionale.

RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE

La riabilitazione visiva rappresenta un aspetto abbastanza innovativo nel campo dell'ipovisione.
Il suo obiettivo specifico è quello di rendere il paziente capace di utilizzare al meglio il proprio residuo visivo per la conquista eo il mantenimento dell'autonomia, lo svolgimento delle attività quotidiane ed il raggiungimento di un livello di vita soddisfacente.
Le modalità operative variano in relazione all'età ed all'entità della disabilità. All'intervento riabilitativo pertecipa un ampio ventaglio di figure professionali che vanno dall'oftalmologo, allo psicologo, l'educatore, all'ortottista assistente in oftalmologia, all'istruttore di orientamento e mobilità ed altri.
Abbiamo spesso constatato che anche le parole aiutano, se non a guarire , ed accettare meglio le proprie limitazioni, soprattutto se aprono uno spiraglio ad una nuova progettualità di vita.
   

Video

Che cos'è l'ipovisione?

ciò che segue costituisce una sisntesi efficace di che cosa significhi, dal punto di "vista! di un ipovedente:

  • vedere il viso di una persona, ma non cogliere il colore degli occhi;
  • sorridere ad un fisico attraente e rimanere indifferenti a poca distanza da un sorriso...;
  • avvicinarsi per guardare meglio...;
  • non riconoscere i colleghi al di fuori del contesto lavorativo;
  • essere riconosciuti dai colleghi anche quando...;
  • non avere colleghi di lavoro...;
  • prendere 2 in disegno tecnico ed 8 in letteratura;
  • leggere solo i titoli dei giornari e dei libri...;
  • mettersi nel punto più avanzato della fermata del bus per vederne, da fermo , la destinazione;
  • camminare per strada, perchè è più "liscia"dei marciapiedi...;
  • camminare verso occidente all'alba e verso oriente al tramonto per avere sempre il sole alle spalle...;
  • essere abbagliati dai fari delle auto di sera e non poter ricambiare...;
  • guardare sconsolati il menù e prendere la pizza margherita...;
  • chiedere la grappa che gli altri non vedono sulla mensola, ma che il barista tiene sotto il bancone...;
  • fare tardi perchè si è cercato di non essere notati...;
  • fare tardiperchè si è stati notati...;
  • fare tardi perchè non si è stati notati...;
  • guardare a siniistra ma andare a destra...;
  • guardare le barche della riva quando c'è il sole...;
  • cercare il puntatore del mouse anche quando c'è il tasto di scelta rapida...;
  • trovare il puntatore del mouse anche quando non c'è il tasto di scelta rapida...;
  • sentirsi "normali" perchè è sempre stato così
  • scoprirsi diversi quando si è stati "normali" fino al giorno prima;
  • sentirsi diverso dai normali e dai diversi, anormali come tutti... 

Classificazione dell'ipovisione

Esiste una definizione di cecità e di ipovisione che fa riferimento alla classificazione.
A livello nazionale, la classificazione e la qualificazione delle minorazioni visive sono definite da una Legge di recente emanazione: 3 Aprile 2001, n. 138 ( Gazzetta Ufficiale 21 Aprile 2001, n.93).

Cerca prodotti

CENTRO IPOVISIONE